DARK COAT KING PHENO ((Bhut x Neyde) x jalapeno)

From the cross between a plant of "Bhut x Neyde" with marked Annuum characteristics (seeds that gave me op) and a Jalapeno plant, the Dark Coat was born, which in the F2 generation has brought to light numerous variations, but only in the Dark Coat version King Pheno finds all the characteristics of the fruit in F1, with a small variation due to the slightly larger size of the fruit, both in width and in length. The pulp is thick, the pepper has a spiciness higher than a classic jalapeno, of the distinct perfumes of pepper with a slight hint of acre. Inimitable as chili for its abundant production and for its color variations during its entire growth phase, it will amaze you with the beauty of its flowers and its dark streaks also on the stem and on the branches of the plant. The Dark Coat King Pheno will not leave you empty-mouthed and will amaze you with the innumerable qualities that this variety has. They are plants of great resistance, capable of supporting a large number of fruits that you can also use in many recipes, advisable to fill. In its genetic makeup the Dark Coat, has many surprises. In the F2 generation are born plants with disparate characteristics, with mottled leaves, calyxes with unique colors and variegations, peppers with different shapes but similar, and I thank a myth in the world of chilli, Leo Farchiata, who cultivated my seeds finding one of the The most beautiful and unique variants of this cross, The Candy Coat. The Dark Coat King Pheno remains the phenotype that until now has more characteristics similar to the plant that I decided to carry forward in F1, with larger dimensions of the fruits, which I hope will give you so much satisfaction as it has given to me too. Take also this "dark coat" that will surely wrap you gently and will not turn out anything heavy, even in a torrid season. - It could change during the next season due to the young age of the cross.

 

Dall’incrocio risultante tra una pianta di “Bhut x Neyde” con spiccate caratteristiche Annuum (semi che mi fornirono o.p.) ed una pianta di Jalapeno è nato il Dark Coat, che nella generazione F2 ha portato alla luce numerose varianti, ma che solo nella versione del Dark Coat King Pheno ritrova tutte le caratteristiche del frutto in F1, con una piccola variazione dovuta alla dimensione leggermente maggiore dei sui frutti, sia in larghezza che in lunghezza. La polpa è spessa, il peperoncino ha una piccantezza superiore ad un classico jalapeno, dei profumi spiccatamente di peperone con un leggero sentore di acre. Inimitabile come peperoncino per la sua produzione abbondante e per le sue variazioni di colore durante tutta la sua fase di crescita, vi stupirà con la bellezza dei suoi fiori e con le sue striature scure anche sul fusto e sui rami della pianta. Il Dark Coat King Pheno non vi lascerà a bocca vuota e vi stupirà per gli innumerevoli pregi che questa varietà ha. Sono piante dalla grande resistenza, capaci di sorreggere un grande numero di frutti che potrete utilizzare anche in numerose ricette, consigliabili da fare ripieni. Nel suo corredo genetico il Dark Coat, ha molte sorprese. Nella generazione F2 sono nate piante con caratteristiche disparate, con foglie screziate, calici dai colori e dalle variegature uniche, peperoncini con forme disparate ma simili, e ringrazio un mito nel mondo del peperoncino, Leo Farchiata, che ha coltivato i miei semi trovando una delle varianti più belle ed uniche di questo cross, Il Candy Coat. Il Dark Coat King Pheno resta il phenotipo che finora mantiene più caratteristiche simili alla pianta che decisi di portare avanti nella F1, con dimensioni maggiori dei frutti, che spero possa darvi tanta soddisfazione come l’ha data anche a me. Prendete anche voi questo “cappotto scuro” che sicuramente vi avvolgerà delicatamente e non vi risulterà per nulla pesante, anche in una stagione torrida. - Potrebbe subire delle variazioni nella prossima stagione a causa della giovane età del cross.

DARK COAT KING PHENO F5 - O.P.

€4.50Price
  • Consigliamo di coltivare quante più piante dai semi di una varietà O.P. per avere una maggiore percentuale di successo nel riscontrare il corretto fenotipo.

    We recommend growing as many plants from the seeds of a variety O.P. to have a greater success rate in finding the correct phenotype.